Renzi (PD) : la Lega Nord ha rubato 48 milioni di euro-Salvini ( Lega ) : Si Vergogni, in un paese democratico bisogna attendere il 3° grado

Botta e risposta  tra i due Matteo segretari di partito, dopo

il blocco dei fondi del Carroccio. E’ scontro “elettorale ” dopo la sentenza di condanna di primo grado alla Lega per irregolarità nella gestione dei fondi pubblici, che ha portato persino al blocco di alcuni conti bancari intestati al Carroccio.

Tempo fa i leghisti gridavano ” Roma ladrona ” adesso sono loro stessi i primi ad essere condannati in primo grado dal tribunale di Genova, per truffa ai danni dello Stato per aver rubato proprio a Roma.  Due anni e sei mesi di reclusione a Umberto Bossi, l’ex leader della Lega Nord,  e quattro anni e dieci mesi a Francesco Belsito, l’ex tesoriere, con l’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni.

Tra il 2008 e il 2010 sarebbero stati presentati rendiconti irregolari al Parlamento per ottenere indebitamente fondi pubblici che sarebbero stati usati, in gran parte, per spese personali della famiglia Bossi. Per Belsito è la quarta condanna nel giro di poche settimane. A inizio luglio i giudici milanesi avevano condannato l’ex tesoriere a due anni e sei mesi, il senatur a due anni e tre mesi e il figlio Renzo Bossi a un anno e sei mesi per le spese sostenute dalla famiglia Bossi con i fondi pubblici.

Condannati anche i tre ex revisori contabili del partito Diego Sanavio, Antonio Turci e Stefano Aldovisi (rispettivamente a due anni e otto mesi, due anni e otto mesi e un anno e nove mesi) e i due imprenditori Paolo Scala e Stefano Bonet (cinque anni ciascuno).

L’inchiesta era deflagrata nel 2012 e aveva portato alle dimissioni di Bossi e dei suoi collaboratori. Belsito e i due imprenditori sono accusati anche di riciclaggio perché avrebbero portato oltre confine, a Cipro e in Tanzania, parte dei soldi illecitamente ottenuti.

Intanto il Matteo Salvino
i replica così :

Sarebbe preoccupante che un segretario di partito, che si chiama democratico, se ne freghi di quanto dice la Costituzione, ovvero che un cittadino è innocente fino al terzo grado di giudizio.  Al Pd non succede nulla perché evidentemente ha più amici dentro la  magistratura”